Le incertezze vs la forza della creatività. Intervista ad Adriano Petrillo di Maila Napoli

fieramilano, Rho
18-20.09.2021

News

Le incertezze vs la forza della creatività. Intervista ad Adriano Petrillo di Maila Napoli

Ricerca e creatività sono le fondamenta di Malia, la boutique nel pieno centro storico di Napoli che da oltre sei anni propone una selezione di bijoux-gioielli, abbigliamento e accessori moda Made in Italy. Per superare questo periodo incerto, l’azienda punta alla consulenza personalizzata e alla forza della creatività. Segue l’intervista ad Adriano Petrillo, socio e fondatore con Annaclelia Caiazza, del concept store Maila di Napoli.

 

 

Dal lockdown alla riapertura: quali sono state le sensazioni iniziali?

 

La pandemia è stato un evento unico e inaspettato e la riapertura l’abbiamo anelata e aspettata, pensando che rappresentasse un orizzonte di ripresa, una luce in fondo al tunnel.

 

Il ritorno è stato premiato dall’entusiasmo dei nostri clienti, nonché una manifestazione di grande affetto al di qua e al di là del bancone. È stato molto bello vedere che gli ospiti si presentavano in boutique per fare un acquisto o anche solo per farci un saluto e dimostrarci il loro sostegno e incoraggiamento.   

 

 

Quanto è importate la ricerca per il vostro business?

 

Noi proponiamo un’offerta medio-alta, quasi sartorialePer noi le tendenze sono fondamentali, anche perché il nostro valore aggiunto è proprio quello di fornire alla nostra clientela una consulenza mirata di styling, creando un outfit dedicato, consigliando tessuti, forme e tagli. La creatività si completa sempre con la competenza e la ricerca: questo ci permette di mixare capi, accessori e bijoux-gioielli per look unici e originali, nonché soddisfare le aspettative dei nostri clienti.

 

 

Dal negozio fisico al digitale. Quali canali utilizzate?

 

In merito alla comunicazione e alla promozione, teniamo informate le nostre clienti attraverso il nostro sito e la pagina Facebook, ma sono strumenti che non abbiamo ancora mai usato in maniera massiva, così come non abbiamo ancora attivo un canale di e-commerce. Durante il periodo di lockdown, questo si è dimostrato un aspetto piuttosto negativo. Qualche vendita a distanza l’abbiamo fatta, ma senza averne una vera e propria strutturata: uno dei nostri obiettivi è proprio quello di aprire un canale e-commerce e utilizzare molto di più gli strumenti digitali.

 

 

Quanto è importante la fiera per il vostro business?

 

È un momento importante per fare ricerca, ci aspettiamo sempre uno spirito vivo e sempre in fermento da chi propone le collezioni. Suggestioni e stimoli sono alla base per rispondere alle richieste sempre più esigenti delle clienti. Una proposta “lifestyle” può essere la chiave giusta per sollecitare il mercato sempre più sofisticato e attento.